fbpx
Log In

Il turismo vale più dell’industria dell’auto: eccone il peso economico rispetto agli altri settori produttivi

Il comparto viaggi e turismo vale il 3,1% del Pil globale, cui contribuisce direttamente con 2,3 triliardi di dollari, più del doppio dell’industria dell’auto, che genera 914 miliardi di dollari di Pil, e più del settore chimico, che arriva a 1,6 triliardi. Il turismo vale quasi quanto il settore bancario, che contribuisce al 3,2% del Pil del pianeta con 2,4 triliardi di dollari.
Il turismo vale più dell’industria dell’auto: eccone il peso economico rispetto agli altri settori produttiviA confrontare il peso economico del turismo a livello globale in rapporto a quello degli altri settori dell’economia è il World Travel & Tourism Council, basandosi sui dati economici e statistici forniti dalle organizzazioni internazionali e relativi all’anno 2014. I settori considerati, oltre al turismo, sono 8: automotive, chimico, bancario, istruzione, agricoltura, minerario, commercio e servizi finanziari.

Se l’impatto diretto del turismo è stato nel 2014 di 2,3 triliardi di dollari, aggiungendovi quello indiretto (indotto) si arriva a toccare i 7,6 triliardi. Il peso economico totale che ne risulta è quindi pari al 9,8% del Pil mondiale, valore che supera non solo quello generato da auto e chimica, ma anche da banche, agricoltura ed educazione.

In termini occupazionali, aggiunge il WTTC, nel 2014 il turismo ha impiegato direttamente 105 milioni di persone nel mondo: 7 volte quelle impiegate nell’industria dell’auto, 4 volte quelle che lavorano nelle banche o nel settore minerario e 2 volte quelle che operano nei servizi finanziari. Indirettamente il turismo supporta altri 172 milioni di posti di lavoro, per un totale di 277 milioni di persone, cioè il 9,4% della forza lavoro mondiale. Fanno di più solo agricoltura e commercio.

Nel decennio 2015-2025, secondo il modello previsionale elaborato da Oxford Economics per il report, l’economia globale crescerà del 2,9% medio annuo: non così il turismo, la cui performance incrementale toccherà il 3,9%, più di quasi tutti gli altri settori: le uniche a batterlo saranno le banche, che cresceranno del 4,1% l’anno.

 

aptap_post_setting:
1
wpa_off:
Parole chiave

Lascia un commento

I soci Nazionali FTO

Olym…

Set 28, 2020

DELU…

Dic 12, 2019

Uvet…

Mag 30, 2017

Amer…

Gen 1, 2014

Mast…

Feb 4, 2019

Last…

Dic 18, 2019

Blue…

Mag 22, 2018

Trav…

Dic 11, 2019

Zani…

Gen 8, 2020

Cald…

Set 2, 2020

Prim…

Ott 6, 2015

Blue…

Gen 1, 2018

SEA …

Gen 1, 2015

Frig…

Ott 6, 2015

Tour…

Apr 16, 2019

UET …

Dic 12, 2019

BCD …

Mag 16, 2018

Uvet

Gen 1, 2014

SABR…

Mag 7, 2018

ERGO…

Gen 1, 2014

GATT…

Ott 6, 2015

Uvet…

Mag 30, 2017

Cart…

Set 2, 2020

HD S…

Mag 7, 2018

Alba…

Mag 9, 2018

Esse…

Dic 11, 2019

Rusc…

Gen 1, 2014

WWF …

Ott 29, 2018

Borg…

Gen 1, 2014

HRS …

Gen 1, 2014

I Vi…

Lug 10, 2018

Rege…

Apr 16, 2019

Trus…

Feb 19, 2019

Worl…

Feb 14, 2019

MANC…

Lug 22, 2019

Ital…

Mag 3, 2018

Air …

Feb 5, 2019

Trav…

Lug 5, 2017

EURO…

Mag 7, 2018

Eart…

Dic 11, 2019

Paff…

Gen 1, 2014

Alli…

Lug 10, 2018

UVET…

Ago 31, 2016

SIAP

Lug 10, 2018

Medi…

Apr 3, 2019

LBS …

Gen 1, 2014

Zucc…

Giu 6, 2018

Gatt…

Giu 11, 2018

Robi…

Lug 10, 2018

Medi…

Mag 3, 2018

GDSM

Gen 1, 2014

Duom…

Gen 1, 2018

Park…

Gen 1, 2014

JETP…

Mag 7, 2018

Brev…

Gen 1, 2014

Data…

Lug 10, 2018

Ueve…

Gen 1, 2018

My N…

Feb 14, 2017

Turk…

Mag 3, 2018

Kel …

Mag 3, 2018

Azem…

Mag 3, 2018

Sett…

Mag 30, 2017

Amad…

Gen 1, 2014

IXPI…

Gen 17, 2019

Yes …

Lug 12, 2019