fbpx
Log In

Torna il terrore a Bruxelles, attentato in aeroporto e nel metrò. I media: “23 morti”

Le deflagrazioni hanno colpito lo scalo internazionale Zaventem nella hall delle partenze, accanto al banco della American airlines. “Attacco suicida”. Bombe a fermate Schuman e Maelbeek, vicino alle sedi delle istituzioni Ue

BRUXELLES –  Bruxelles, il cuore dell’Europa, è sotto attacco. Prima due esplosioni all’aeroporto di Bruxelles Zaventem alle 8 del mattino che hanno ucciso almeno 13 persone e ne ha ferite 35. Un’ora dopo due altre bombe sono esplose in centro, alle fermate di Metro Maelbeek e Schumann, vicino alle istituzioni europee. Secondo i media belgi 10 persone hanno perso la vita, portando complessivamente il bilancio delle vittime a 23. Un assedio che segue di tre giorni dall’arresto di Salah Abdeslam, il principale ricercato per gliattentati di Parigi del 13 novembre.

Due esplosioni a Zaventem. Le esplosioni a Zaventem sono avvenute nella hall delle partenze, al terminal A, accanto al banco della American airlines e della Brusseles Airlines. La polizia ha evacuato lo scalo, interrotto i voli e i collegamenti ferroviari.  La rete pubblica belga Vrt lo ha definito “un attacco suicida” nel quale avrebbe agito almeno un kamikaze. Fonti governative parlano di un attentato. Prima delle due esplosioni, secondo l’agenzia di stampa Belga, si sarebbero sentiti urli in arabo e spari.

Colpita la stazione Metro. Sotto attacco anche il centro della città e l’area dove si trovano gli uffici dell’Unione europea. Erano le 9,15 quando si è sentita un’esplosione nella stazione di metropolitana Maelbeek a due passi dalle istituzioni europee. I media parlano di una decina di morti. Alcuni testimoni avrebbero visto uscire persone insanguinate.Testimoni parlano anche di un’altra esplosione alla Metro Schuman, sempre vicino alle istituzioni della Ue. I media parlano di feriti. Tutte le stazioni della metropolitana della città sono state chiuse ed è stata evacuata la stazione centrale. La Commissione europea ha avvertito tutti i suoi dipendenti a restare a casa o all’interno dei loro uffici.

Il livello d’allerta. La procura belga aveva lanciato l’allarme per nuovi attentati. Oggi il livello d’allerta in Belgio è stato elevato a livello 4 – il massimo – in tutto il paese e a livello provinciale è scattato ‘il piano catastrofi’. Bruxelles è una città isolata, paralizzata con metro e stazioni chiuse. Le autorià hanno chiesto ai cittadini di evitare gli spostamenti. “Il piano di emergenza è stato attivato”, ha detto Rudi Vervoort, presidente della regione Bruxelles-Capitale.

Le testimonianze. Sui media locali si vedono immagini che mostrano una colonna di fumo che proviene dall’aeroporto di Zaventem. Una terza bomba è stata ritrovata nell’area. “Ero nella hall delle partenze, al Gate 10 quando ho sentito la prima esplosione, verso le 7 e 45. Molte persone si sono messe a correre verso l’uscita. Poi c’è stata una seconda esplosione fra il gate 8 e il 9. Dei pezzi del soffitto sono caduti. E’ scoppiato il panico. Ho visto feriti, ma non gravi”, ha detto Marie-Odile, una testimone al giornale La Libre Belgique. “Ero in coda per la registrazione e ho sentito un’esplosione. Ho visto il fumo, ho visto gente correre in preda al panico verso l’uscita. C’è stata una seconda esplosione molto più vicina a me”, ha detto un testimone a Bel Rtl. “Tutti hanno lasciato l’aeroporto in preda al panico, la maggior parte delle persone hanno lasciato il loro bagaglio. Le auto sono state evacuate”, ha riferito la fonte citata da Derniere heure. Numerosi agenti di polizia e ambulanze si sono recati sul posto. Lo scalo è stato chiuso, non ci sono né voli che arrivano né in partenza.

Bombe inesplose. Un testimone riferisce alla stessa emittente di avere visto diversi feriti e persone svenute sul marciapiede dell’ingresso della hall delle partenze, davanti all’hotel Sheraton, a Zaventem. Al momento, fa sapere l’ambasciatore in Belgio, Vincenzo Grassi,  non risultano vittime italiane negli attentati di Bruxelles.

Controlli negli aeroporti. Zaventem è blindata. I voli sono sospesi e non è più possibile raggiungere l’aeroporto belga dalle stazioni. Sono stati sospesi tutti i voli diretti a Bruxelles dall’aeroporto di Fiumicino. La polizia federale della Germania ha rafforzato i controlli di sicurezza all’aeroporto di Francoforte e quella francese nello scalo di Parigi-Roissy.

Fonte: http://www.repubblica.it/

wpa_off:
Parole chiave

Lascia un commento

I soci Nazionali FTO

ERGO…

Gen 1, 2014

Borg…

Gen 1, 2014

Zucc…

Giu 6, 2018

Rege…

Apr 16, 2019

Medi…

Mag 3, 2018

Worl…

Feb 14, 2019

Frig…

Ott 6, 2015

SABR…

Mag 7, 2018

EURO…

Mag 7, 2018

GDSM

Gen 1, 2014

Mast…

Feb 4, 2019

Prim…

Ott 6, 2015

Trav…

Dic 11, 2019

Tour…

Apr 16, 2019

Alba…

Mag 9, 2018

Sett…

Mag 30, 2017

Uvet…

Mag 30, 2017

SIAP

Lug 10, 2018

UET …

Dic 12, 2019

Esse…

Dic 11, 2019

JETP…

Mag 7, 2018

BCD …

Mag 16, 2018

Paff…

Gen 1, 2014

Zani…

Gen 8, 2020

Rusc…

Gen 1, 2014

WWF …

Ott 29, 2018

Duom…

Gen 1, 2018

MANC…

Lug 22, 2019

HD S…

Mag 7, 2018

UVET…

Ago 31, 2016

Amer…

Gen 1, 2014

SEA …

Gen 1, 2015

Uvet…

Mag 30, 2017

Azem…

Mag 3, 2018

Kel …

Mag 3, 2018

GATT…

Ott 6, 2015

LBS …

Gen 1, 2014

IXPI…

Gen 17, 2019

Trav…

Lug 5, 2017

Blue…

Gen 1, 2018

Brev…

Gen 1, 2014

Last…

Dic 18, 2019

Eart…

Dic 11, 2019

DELU…

Dic 12, 2019

Yes …

Lug 12, 2019

Alli…

Lug 10, 2018

Medi…

Apr 3, 2019

Blue…

Mag 22, 2018

Uvet

Gen 1, 2014

Ueve…

Gen 1, 2018

HRS …

Gen 1, 2014

Amad…

Gen 1, 2014

Data…

Lug 10, 2018

Park…

Gen 1, 2014

Ital…

Mag 3, 2018

I Vi…

Lug 10, 2018

Trus…

Feb 19, 2019

My N…

Feb 14, 2017

Turk…

Mag 3, 2018

Robi…

Lug 10, 2018

Air …

Feb 5, 2019

Gatt…

Giu 11, 2018
Choose your language!